Creare mappe mentali per aiutarti nella scrittura

Chi si occupa di scrittura, su carta oppure online, saprà sicuramente cosa vuol dire avere il classico blocco dello scrittore, ovvero guardare per minuti interminabili il foglio bianco senza riuscire a scrivere o digitare neppure una parola.

Se anche a voi è successo non dovete pensare di aver fallito o di aver intrapreso una strada che in realtà non vi appartiene. Si tratta di un meccanismo del tutto normale, con il quale anche i più grandi scrittori hanno da sempre avuto a che fare.

Ma come rimediare?

Se le idee faticano a scivolare fuori, un grande aiuto potrebbe essere rappresentato dalle mappe mentali, ovvero di una rappresentazione grafica dei nostri concetti, una struttura dinamica con un punto di partenza preciso e uno schema che ci aiuti a mettere ordine tra le tante idee che possono confonderci.

Tutto quello che bisogna fare è prendere un foglio bianco e una penna e scrivere al centro di esso l’idea di partenza dalla quale vogliamo iniziare. Sulla base di questa parola andremo poi a definire altri concetti ad essa collegati, ma anche immagini, colori e segni.

Una volta completata con tutte le associazioni che ci vengono in mente, non dobbiamo fare altro che leggerla. Partendo dal centro avremo una visione dal concetto generale al dettaglio, al contrario se partiamo dall’esterno verso l’interno.

Alcune aree particolari potrebbero offrirci interessanti spunti su particolari aspetti della questione che siamo riusciti ad estrapolare, e leggendo la mappa mentale nel suo complesso potremmo trovare anche idee valide per l’individuazione di specifiche parole chiave.

Il mestiere dello scrittore non è affatto semplice, soprattutto se si ha la necessità di creare ogni giorno contenuti validi e interessanti. Le mappe mentali potrebbero davvero tornarci utili per fare un po’ di ordine tra i mille pensieri.

Che dite, proviamo?

Lascia un commento